N-Acetil-Cisteina: più di 50 anni portati benissimo

 
 

Comuni nel periodo invernale, le principali affezioni del tratto respiratorio di origine virale – che vanno dal raffreddore a rinosinusiti, faringiti e bronchiti – se opportunamente trattate in soggetti sani, in genere non esitano in patologie severe. Ma attenzione al ristagno di muco, che può provocare sovrainfezioni batteriche potenzialmente non prive di complicazioni. In questi casi, la N-Acetil-Cisteina (NAC) si dimostra ancora oggi la molecola più efficace, grazie alla sua doppia azione mucolitica e antiossidante.

Cos'è la NAC?
NAC, acronimo di N-Acetil-Cisteina, è una molecola che ha alle spalle una storia importante, se si considera che la si conosce e la si utilizza con successo da oltre 50 anni per curare le comuni affezioni respiratorie caratterizzate da ipersecrezione. Oltre a una comprovata attività mucolitica, la NAC svolge un ruolo importante nel contrastare lo stress ossidativo, qualità che la rende attualmente una delle molecole più studiate per mettere a punto terapie contro la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), ovvero una malattia cronica caratterizzata da un'infiammazione persistente, con aumento dello stress ossidativo. Gli ossidanti in eccesso danneggiano l’organismo e la NAC potenzia le nostre difese naturali contro questi agenti.

 

In caso di patologie acute, l'antibiotico non è la prima risposta
Quando si è affetti da patologie acute del tratto respiratorio, è importante ricordare che trattamenti antibiotici vanno fatti, dietro prescrizione medica, solo nel caso di complicazioni dovute a infezioni batteriche secondarie favorite dal ristagno di muco, dal momento che gli antibiotici non agiscono contro i virus e non sono privi di controindicazioni. Se, in seguito a valutazione medica, l'antibiotico non si rende necessario, è però possibile facilitare la naturale risposta dell'organismo con qualche accorgimento. In caso di raffreddore, tosse grassa, faringiti, rinosinusiti e bronchiti non associate a complicanze, un valido aiuto è costituito da preparati a base di acetilcisteina, in grado di svolgere un'azione fluidificante sulle secrezioni mucose, favorendone l’eliminazione, oltre a un’ottima azione antiossidante. A queste è importante associare un'azione antinfiammatoria non gastrolesiva, come quella svolta da alcuni enzimi proteolitici. Anche l'integrazione con Vitamina C e Riboflavina (vitamina B2), infine, è utile per proteggere le cellule dallo stress ossidativo. Preparati di questo genere sono facilmente reperibili in commercio sotto forma di granulato per sospensione orale in bustine monodose.   



Scopri di più
Viscoflu, Pharmaline, influenza, Tosse, raffreddore,
 
Piva 10317370152 • Realizzato ed edito da Energy S.r.l. con il contributo non condizionante di Pharma Line S.r.l.
Policy Privacy   |