Carenze di ferro e vitamine B negli sportivi

 
 

 

Fare regolarmente attività fisica fa bene alla salute, non ci sono dubbi. Quando però lo sport è praticato a livello intenso, è ancora più necessario tenere sotto controllo l’eventuale insorgenza di alcuni disturbi. Tra questi, la carenza di ferro, che in alcuni casi può sfociare nella cosiddetta anemia da sport. Un’inefficienza dell’organismo facile da contrastare grazie a un’alimentazione corretta e con l’aiuto di integratori specificamente formulati per questa problematica. Si tratta di prodotti – sotto forma di compresse effervescenti o rivestite – che uniscono l’apporto di ferro con quello delle vitamine del gruppo B, dal potere energizzante e ricostituente: la Vitamina B12, in particolare, stimola la produzione di globuli rossi sani, che invece diminuiscono in presenza di livelli di ferro non sufficienti.

 

Perché gli atleti sono spesso carenti di ferro?

La riduzione dei livelli di ferro nel sangue si verifica soprattutto negli atleti che praticano sport di endurance, ovvero quelle attività di resistenza – come ciclismo, maratona, sci alpinismo o di fondo – che impegnano l’organismo in sforzi prolungati nel tempo. Tale carenza può dipendere da un apporto inadeguato del minerale, dal suo cattivo assorbimento e dall’aumento delle perdite. Rispetto al soggetto sedentario, infatti, nell’atleta le perdite di ferro sono più consistenti: dopo gare di corsa prolungata, per esempio, nella maggior parte degli sportivi si misurano maggiori perdite di ferro a livello gastrointestinale, probabilmente da imputare ai piccoli traumi subiti dalle pareti intestinali e a un apporto minore di sangue all’intestino. Allo stesso modo, nel fondista possono aumentare le piccole perdite di ferro urinarie. Minore rilevanza ha, invece, l’aumento delle perdite di ferro cutanee causate da una maggiore desquamazione delle cellule epiteliali come conseguenza della sudorazione. Senza contare che nelle donne alle perdite citate si aggiungono quelle prodotte dalle mestruazioni.

 

 

Carenza di ferro è sinonimo di minore performance

Riduzione della forza, della potenza e della resistenza aerobica – specie negli atleti di mezzofondo e fondo – sono le manifestazioni tipiche del deficit di ferro che, riducendo la concentrazione di emoglobina nel sangue, indebolisce la performance sportiva.

Elemento indispensabile all’organismo, essenziale per il metabolismo cellulare e la respirazione aerobica, il ferro è responsabile della sintesi di due importanti proteine: l’emoglobina, che permette il trasporto dell’ossigeno ai tessuti, e la mioglobina, deputata a fissare l’ossigeno all’interno dei muscoli. Un minerale, quindi, che riveste un ruolo importante nella produzione energetica.

 

Negli atleti, il fabbisogno di ferro è maggiore

Se normalmente l’apporto quotidiano di ferro raccomandato è di circa 12-18 milligrammi, questa quantità negli atleti di resistenza dovrebbe essere portata fino a 17-23 milligrammi, per far fronte alle maggiori perdite rispetto ai soggetti sedentari e per assicurare prestazioni sportive ottimali. Del ferro ingerito con gli alimenti, ne viene effettivamente assorbito circa il 10 per cento, di cui quasi due terzi si trovano nell’emoglobina degli eritrociti circolanti, mentre un terzo è immagazzinato nel fegato, nei macrofagi del sistema reticoloendoteliale e nel midollo osseo, principalmente sotto forma di ferritina.

Il ferro si trova in molteplici alimenti, di origine animale e vegetale. Ma mentre il ferro eme, ottenuto principalmente da fonti animali (carni rosse magre, tacchino, pollo e pesci come tonno, merluzzo, salmone) può essere assorbito dall’intestino in modo efficiente, il ferro non eme ricavato da cereali, legumi e verdure è di più difficile assorbimento.

Nei casi in cui non è possibile o sufficiente correggere un quadro anemico con l’alimentazione, l’integrazione è la soluzione.



Scopri di più
Emacrit, Ferro, Anemia, Stanchezza, Debolezza, Pharmaline,
 
Piva 10317370152 • Realizzato ed edito da Energy S.r.l. con il contributo non condizionante di Pharma Line S.r.l.
Policy Privacy   |