Vitamina B, un alleato per riprendersi dall’influenza

 
 

Un valido alleato per riconquistare uno stato di salute ottimale e recuperare efficienza fisica dopo aver contratto un’influenza è la vitamina B. Questa vitamina, infatti, è in grado di sostenere il metabolismo energetico, cioè il dispendio quotidiano di energie da parte dell’organismo, e si rivela particolarmente utile per favorire una buona ripresa in fase di convalescenza.

L’influenza è una malattia infettiva acuta di origine virale che colpisce le vie respiratorie superiori e inferiori. Si manifesta con sintomi come febbre, tosse, starnuti, ma anche dolori muscolo-scheletrici e induce un generale stato di malessere. È particolarmente contagiosa, specie durante la stagione invernale quando, in condizioni di freddo e di bassa umidità, i virus che la scatenano possono resistere anche per qualche settimana a temperature di 0-4°C.

Se normalmente l’influenza presenta un decorso benigno, ovvero si risolve positivamente nel giro di 3-6 giorni, in alcuni casi può complicarsi con l’insorgenza di superinfezioni batteriche, responsabili di patologie come bronchiti, polmoniti, broncopolmoniti, otiti e sinusiti. In questi casi, l’assunzione di antibiotici si rende necessaria. Occorre però tenere presente che sotto cura antibiotica l’assorbimento della vitamina B si riduce, ecco perché la sua integrazione è consigliabile.

Le vitamine del gruppo B

Contrariamente a quanto si pensava in passato, sotto il nome di vitamina B in realtà vengono classificate un gruppo di molecole diverse, che spesso si trovano insieme negli stessi alimenti – per lo più di origine animale – per cui è corretto parlare di vitamine del gruppo B. Ognuna di queste viene identificata da un numero associato alla lettera B, per cui si hanno, per esempio, le vitamine B1, B2, B5, B6 e B12. Proprio queste cinque tipologie sono quelle che maggiormente concorrono a sostenere il metabolismo energetico, ovvero la quantità totale di energia che l’organismo impiega per svolgere le sue funzioni.

 

L’Acido pantotenico, conosciuto anche come vitamina B5, è una vitamina idrosolubile del complesso B e si trova nelle cellule vitali sotto forma di coenzima A, richiesto per reazioni chimiche che generano energia dal cibo. La Vitamina B6, presente nel plasma maggiormente come 5’fosfato, agisce come un coenzima per numerosi processi biologici, tra cui la funzione immunitaria. La Riboflavina, o vitamina B2, ubiquitariamente distribuita nei cibi e in tutte le cellule animali e vegetali, funziona come catalizzatore nella produzione di energia, essenziale per il funzionamento delle cellule aerobiche. La Tiamina, nota anche come vitamina B1, è fondamentale per il normale stato di benessere e per la performance fisica in quanto è coinvolta nel rilascio di energia dai macronutrienti che la producono. La Vitamina B12, infine, è importante per il buon funzionamento del sistema nervoso, responsabile dei corretti livelli di resistenza e prestazione fisica.

Quando occorre integrare

La dose esatta di vitamine del gruppo B che occorre consumare ogni giorno dipende da persona a persona e varia in funzione del peso corporeo e dello stato di salute generale dell’individuo. Assumere pasti equilibrati e dormire in modo soddisfacente possono assicurare un corretto apporto di vitamina B. Tuttavia, come si è detto, si verificano particolari condizioni, come gli stati influenzali, in cui l’integrazione con le vitamine del gruppo B  è consigliata sia per sopperire alla momentanea carenza determinata dall’assunzione di farmaci antibiotici, sia per dare un supporto alla fase di convalescenza favorendo il recupero energetico.



Scopri di più
B-Vital, Vitamina B, Bambini, Integratori, Pharmaline,
 
Piva 10317370152 • Realizzato ed edito da Energy S.r.l. con il contributo non condizionante di Pharma Line S.r.l.
Policy Privacy   |